5 buoni motivi per donare il sangue, anche il 14 gennaio

Domenica 14 gennaio dalle 8:00 alle 11:00 il Comitato locale dei Comuni dell’Appia della Croce Rossa Italiana sarà presso la parrocchia SS. Nome di Maria, in via Landi, per una raccolta di sangue.

Si tratta del primo appuntamento del 2018 che il Comitato sta organizzando sul proprio territorio di competenza (Genzano, Ariccia e Lanuvio).

Ma perché è importante donare il sangue e cosa occorre per diventare donatori? Vediamo insieme cinque buoni motivi.

Lo possono fare tutti, anche tu

Per donare occorre avere un’età compresa tra i 18 e i 65 anni, pesare minimo 50 kg, aver osservato un digiuno di almeno 8 ore (sono permessi thè, caffè e succhi di frutta) e avere con sé un documento d’identità e il codice fiscale.

Puoi salvare diverse vite, non solo una

Il sangue non serve solo per le trasfusioni in caso di operazioni chirurgiche, incidenti o calamità: diventa indispensabile anche nella cura di alcune malattie croniche, tumori, leucemie. Il sangue che hai donato viene diviso in diversi componenti, ognuno utile per curare malati diversi. Non solo una persona, ma almeno tre differenti ti ringrazieranno in cuor loro.

Non è impegnativo: è facile, indolore, rapido

Bastano pochi minuti per il prelievo e non si prova dolore. Inoltre tutte le operazioni sono assolutamente sicure per i donatori: i materiali utilizzati sono monouso e il personale è formato ed esperto, per garantire il benessere e la salute di tutti.

Hai gli esami del sangue gratuiti e completi

Ad ogni prelievo vengono effettuati degli esami, perché ovviamente si devono tutelare le persone che avranno bisogno di ricevere il sangue o i suoi componenti. Ciò vuol dire che se viene rilevato qualcosa verrai avvisato prontamente. Se diventi un donatore abituale, ogni anno verranno effettuati screening completi che ti aiuteranno a tenere sotto controllo valori importanti.

Perché serve davvero, e scopri il senso della solidarietà

Non c’è altro modo per avere sangue a disposizione quando serve, se non quello di ottenerlo da donatori volontari. Non si possono riprodurre in laboratorio i componenti del sangue, quindi l’unica strada è quella di avere un sistema efficiente di raccolta e distribuzione e nel Lazio siamo ancora sotto la media nazionale. La donazione non può essere che volontaria e non remunerata ed è un modo bellissimo per mettere in pratica la solidarietà e l’altruismo.

Aggiungiamo anche che farete la conoscenza dei nostri volontari della Croce Rossa Italiana, gente simpatica e preparata che, come da protocollo, a fine donazione vi offrirà la colazione e un po’ di ristoro. Così voi donate il sangue e noi vi scaldiamo il cuore.

Per informazioni potete scrivere a donatorisangue@criappia.it.

Che dite, vi aspettiamo?